CASTAGNACCIO.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.8 KB

Ingredienti:

Acqua 750 ml

Castagne farina 500 gr

Noci 100 gr di gherigli

Olio di oliva extravergine 6 cucchiai

Pinoli 100 gr

Rosmarino 1 manciata di aghi freschissimi

Sale fine un pugnetto

 

Preparazione:

Fate preriscaldare il forno a 200°, circa mezzora prima di infornare il vostro castagnaccio. Settacciate la farina in una ciotola capiente per rimuovere eventuali grumi. Dopo aver aggiunto un generoso pizzico di sale, versate poco per volta nella farina di castagne l’acqua, mescolando il tutto con una frusta fino ad ottenere una pastella ben amalgamata e morbida. 

Prendete pinoli e noci tritate grossolanamente tenete da parte un piccolo quantitativo di questi tre ingredienti che vi servirà per cospargere la superficie del castagnaccio prima di infornarlo. Ponete in una teglia bassa, del diametro di 40 cm, l'olio, quindi spennellatela per bene avendo cura di ricoprire tutta la superficie; versatevi poi l'impasto che dovrebbe arrivare a raggiungere un centimetro di altezza circa. Cospargete il castagnaccio con gli ingredienti messi da parte e con gli aghi di rosmarino freschissimi, poi versateci sopra a filo altri due cucchiai di olio. Infornate quindi il vostro castagnaccio per 30 minuti a 200° fino a che si sarà formata una bella crosticina tutta crepata e la frutta secca abbia preso un bel colore dorato.

La farina di castagne buona è fine, soffice e già dolcissima senza alcun bisogno di aggiunte di zucchero, mentre la farina di castagna scadente è molto granulosa ed insipida.

■ Curiosità

Una romantica leggenda narra che le foglioline di rosmarino utilizzate per profumare il castagnaccio, costituissero un potente elisir d’amore e che il giovane che avesse mangiato il dolce offertogli da una ragazza, si sarebbe subito innamorato di lei e l’avrebbe chiesta in sposa.

 

 


 

Torta cocco.pdf
Documento Adobe Acrobat 23.2 KB

Torta cocco, mele, ananas e ciliegie

 

Ingredienti:


500 gr di mele renette

200 gr di ananas

100 gr di ciliegie mature
200 gr di burro
200 gr di zucchero
3 uova grandi
175 gr di farina e 75 gr di farina di cocco
1 cucchiaio scarso di succo di limone 
1/2 cucchiaino di lievito x dolci


Preparazione: 

 

Montare burro morbido e zucchero aggiungendo le uova un po' alla volta, versare il succo di limone e aggiungere la farina e lievito (setacciati) e quasi tutta la farina di; grattugiare una mela sbucciata e aggiungerla alla preparazione, versare in uno stampo imburrato e aggiungere la frutta tagliata a pezzettini spingendoli nell'impasto.

Infornare a 175* x 30 / 40 minuti , controllare che non si bruci coprendola se diventa troppo scura e verificare la cottura con uno stuzzicadenti prima di sfornarla.

 

Ricetta gentilmente proposta da Paola. Grazie!
GATEAU di PATATE.pdf
Documento Adobe Acrobat 42.0 KB

GATEAU di PATATE

 

 

Un piatto unico delizioso della tradizione partenopea da preparare in maniera molto semplice e poco laboriosa.

 

Ingredienti per 4 persone:


800 gr – patate
80  gr – burro ( anche olio va benissimo)
1 tazza latte
1 mozzarella fiordilatte

1 mozzarella affumicata
150 gr – prosciutto cotto
50 gr – salame napoletano
parmigiano grattugiato
pangrattato
sale
pepe

 

In una pentola molto grande, fare bollire l’acqua con poco sale e far cuocere per circa 35-40 minuti le patate intere  fino a che la forchetta non si infili agevolmente all’interno.Nel frattempo schiacciare bene le mozzarelle per far fuoriuscire il liqido in eccesso, tagliarle a dadini. Tagliare a striscioline anche il prosciutto cotto e il salame.Una volta cotte le patate, sbucciatele e usare lo schiacciapatate per ottenere un purè. Mischiare il purè con il sale, un pò di pepe, la tazza di latte tiepido e 60 grammi di burro  a temperatura ambiente. Lavorare fino ad ottenere un composto unico e ben amalgamato.

Imburrare una teglia e mettere metà del composto su tutta la sua superficie. Mettere uno strato di mozzarella, prosciutto, salame e parmigiano e poi mettere un altro strato del composto di patate. Mettere dei piccoli fiocchetti di burro sulla superficie e spolverare con abbondante pangrattato.Cuocere nel forno pre riscaldato a 190 gradi per 20 minuti, fino a che la crosticina non sia diventata di un colore più scuro e il composto interno sia un po' asciugato. 

 

PESTO alla GENOVESE.pdf
Documento Adobe Acrobat 59.1 KB

PESTO alla GENOVESE

 

Ingredienti:

 

  • ·       Aglio 2 spicchi
  • ·       Basilico 50 gr di foglie
  • ·       Olio di oliva extravergine 100 ml
  • ·       Parmigiano Reggiano grattugiato 6 cucchiai (circa 70 gr)
  • ·       Pecorino grattugiato 2 cucchiai (circa 30 gr)
  • ·       Pinoli 1 cucchiaio (circa 15 grammi)
  • ·       Sale marino

 

Preparazione 20 min

Dosi per 4 persone

 

Preparazione:

 

Le foglie di basilico non devono essere lavate, ma pulite con un panno morbido, e che si tratti di basilico ligure o Genovese, a foglie strette e non quello meridionale a foglie grosse, che spesso ha un aroma di menta. Mettete dunque l'aglio sbucciato nel mortaio assieme a qualche grano di sale grosso.

 

Cominciate a pestare e quando l'aglio si sarà ridotto in crema, aggiungete le foglie di basilico insieme ad un pizzico di sale grosso , che servirà a frantumare meglio le fibre e a mantenere un bel colore verde acceso,

 

Schiacciate, quindi, il basilico contro le pareti del mortaio ruotando il pestello da sinistra verso destra e contemporaneamente ruotate il mortaio  in senso contrario (da destra verso sinistra), prendendolo per le "orecchie" ,ovvero le 4 sporgenze tondeggianti che caratterizzano il mortaio stesso, continuate così fino a quando dalle foglie di basilico non uscirà un liquido verde brillante, a questo punto aggiungete i pinoli e ricominciate a pestare per ridurre in crema.

 

Aggiungete i formaggi un po' alla volta, mescolando continuamente, che andranno a rendere ancora più cremosa la salsa, e per ultimo l' oliva extravergine che andrà versato a filo, mescolando sempre con il pestello. Amalgamate bene gli ingredienti fino ad ottenere una salsa omogenea.

 

Consiglio

 

La lavorazione del pesto alla genovese deve avvenire nel minor tempo possibile per evitare problemi di ossidazione.

Nel caso voleste usare il frullatore è sicuramente meglio optare per le lame in plastica, poiché quelle in metallo infatti hanno il difetto di non fare sprigionare completamente i sapori dalle foglie rendendo il pesto amarognolo. Questo metodo ormai molto diffuso, consente di ottenere un pesto più emulsionato, simile a una crema; il consiglio che si può dare è di usare il frullatore alla velocità più bassa possibile, e di frullare a scatti (frullate per qualche secondo poi interrompete per qualche secondo e così via), in modo da evitare fenomeni di riscaldamento dovuti all’attrito. Un altro accorgimento per evitare il surriscaldamento del pesto alla genovese è quello di mettere la tazza del frullatore e le lame in frigorifero un'ora prima dell'utilizzo.

 

Curiosità:

 

Per ottenere un ottimo pesto alla genovese, le foglie di basilico devono essere necessariamente asciutte, e non devono minimamente essere stropicciate, poiché la rottura delle vescicole contenenti gli oli essenziali poste sulla parte superiore delle foglie, provocherebbe l’ossidazione del colore e degli aromi, rendendo il pesto verde scuro e dall’aroma erbaceo.

Per la preparazione del pesto alla genovese, utilizzate dell'olio dolce e maturo perché quest'ultimo, oltre a fare da solvente per le sostanze aromatiche, garantisce il perfetto amalgama, esaltando l’aroma del basilico ed attenuando il piccante dell’aglio.

 

PANZEROTTI.pdf
Documento Adobe Acrobat 82.9 KB

PANZEROTTI

 

Ingredienti per l'impasto di 12 panzerotti:

∙       Acqua calda 1/2 biucchiere circa

∙       Farina 250 gr

∙       Lievito di birra 25 gr

∙       Olio 2 cucchiai

∙       Sale 1 bel pizzico

 

Per il ripieno:

 

∙       Mozzarella (o provola) 400 gr

∙       Olio extravergine di oliva 3 cucchiai

∙       Origano 1 cucchiaino raso

∙       Pomodori polpa passata 500 ml

∙       Sale q.b.

 

Per friggere:

 

∙       Olio di semi o di oliva q.b.

∙      Preparate l’impasto per i panzerotti (o calzoni) seguendo la nostra ricetta per la pasta per il pane(clicca qui), e dopo averla fatta lievitare per almeno un'ora, stendetela su di una spianatoia dandole uno spessore di circa 1 cm.

Con un tagliapasta circolare, o un bicchiere del diametro di circa 10 cm, ricavate delle sagome dalla sfoglia, che successivamente lascerete lievitare per circa 20-30 minuti (fino a che lo spessore raddoppi).

 

Nel frattempo strizzate molto bene la mozzarella e tagliatela a piccoli pezzetti , poi mettete in una ciotola la polpa densa di pomodoro passato, l’olio, il sale, l’origano e mescolate bene.

 

A questo punto prendete un pezzetto di pasta circolare e stendetela con il matterello fino a che il suo diametro raggiunga circa 20 cm; ponete al centro della pasta un cucchiaio raso di pomodoro condito e un cucchiaio di mozzarella, poi ripiegate il disco di pasta su se stesso formando una mezzaluna e premete bene i bordi per sigillare perfettamente i panzerotti (potete aiutarvi pressandoli con i rebbi di una forchetta).

 

Procedete nel medesimo modo fino all’esaurimento dei dischi di pasta, poi friggete i panzerotti in abbondante olio bollente, rigirandoli su entrambi i lati fino alla completa doratura.

Estraete i panzerotti dall’olio, poneteli a sgocciolare su carta assorbente da cucina e poi serviteli immediatamente facendo attenzione a non scottarvi con il ripieno bollente.

 

■ Consiglio

 

La polpa passata di pomodoro deve essere piuttosto densa e non acquosa: a questo proposito potete scolare l’acqua in eccesso servendovi di un colino.

 

I panzerotti (o calzoni) possono anche essere cotti al forno a 180°-200°: poneteli sopra un foglio di carta forno e fateli cuocere, rigirandoli, fino alla completa doratura (circa 15-20 minuti).

 

PASTA PER IL PANE.pdf
Documento Adobe Acrobat 76.2 KB

PASTA PER IL PANE

 

Ingredienti

 

•          Acqua tiepida 250 ml

•          Farina bianca 500 g

•          Lievito di birra 25 g

•          Olio 5 cucchiai

•          Sale 15 gr

•          Zucchero 2 cucchiaini

 

Preparazione

 

Iniziate la preparazione sbriciolando il lievito di birra in una piccola ciotolina: aggiungete 2 cucchiaini rasi di zucchero e mezzo bicchiere d'acqua tiepida; mescolate con un cucchiaino fino a sciogliere il lievito, poi coprite la ciotola con un piattino e attendete che sulla superficie del composto di formi una leggera schiuma.

 

Versate in una capiente ciotola, o su una spianatoia, la farina, facendo nel centro un buco, la cosiddetta "fontanella"; versate nella farina il composto di lievito, aggiungete l'olio, il sale disciolto nella rimanente acqua tiepida e iniziate ad impastare (almeno 10 minuti) fino a che la pasta risulti omogenea, elastica e liscia (all'occorrenza, se l'impasto risultasse duro, aggiungete ancora un po' di acqua e nel caso contrario, aggiungete invece un po' di farina).

 

Date all'impasto la forma di una palla e mettetelo in una terrina dal fondo infarinato che coprirete con un telo pulito e lascerete riposare in un luogo tiepido e lontano da correnti d'aria (ad esempio un armadio o il forno spento), per almeno due ore: Tenete presente che l'impasto deve raddoppiare il suo volume.

 

Ora la vostra pasta base per il pane è pronta per essere infornata: date alla pasta una forma di pagnotta, praticatevi sopra quattro tagli (a forma di quadrato se la pagnotta è tonda oppure 3 tagli obliqui per il lungo se avete realizzato un filone ) profondi circa 1 cm, e infornate la pagnotta in forno già caldo a circa 220° per circa venti minuti, dopodiché abbassate la temperatura del forno a 180° e proseguite la cottura per altri 20-25 minuti circa, impostando il calore sulla parte inferiore del forno (verificate voi stessi la cottura servendovi di un ferro da spiedo).

 

■ Consiglio

 

Se avete del tempo, al posto del lievito di birra potete utilizzare il lievito naturale preparandolo così: impastate 200 gr di farina con 100 gr di acqua, 1 cucchiaio di miele e 1 cucchiaio di olio e realizzate una pagnotta che lascerete riposare per 48 a temperatura ambiente in un contenitore di vetro con il tappo.

 

Passate le 48 ore, pesate il composto e aggiungete lo stesso peso di farina e metà peso di acqua(esempio: se il composto ottenuto peserà 100 gr, dovrete aggiungere 100 gr di farina e 50 gr di acqua): impastate di nuovo e ponetelo nel contenitore di vetro con il tappo per altre 48 ore. Trascorso questo periodo il lievito madre è pronto e può essere utilizzato come il lievito di birra, aggiungendolo agli altri ingredienti.

 

Se decidete di conservarlo, potete tenerlo per una settimana in frigorifero rinfrescandolo (aggiungendo cioè, farina e acqua in base al peso, come sopra spiegato) ogni 3-4 giorni sempre allo stesso modo.

Al momento della preparazione dell'impasto per il pane, aggiungete 80-90 gr di lievito madre ogni 500 gr di farina.

 

TORTA SOFFICE AL CACAO.pdf
Documento Adobe Acrobat 24.5 KB

TORTA SOFFICE AL CACAO


Ingredienti:

300 g di farina
60 g di cacao amaro
250 g di latte
300 g di zucchero
3 uova
1 bustina di lievito

Preparazione:

Impastare tutti gli ingredienti tranne il latte e la bustina di lievito. 
Intiepidire il latte e unirlo poco per volta tenendone indietro un pochino. Sciogliere il lievito nel latte tenuto da parte (attenzione usate un contenitore alto perchè fa una schiuma tipo birra)
Versare il composto in una teglia imburrata e infarinata. Cuocere in forno a 180° per 45 minuti.

 

POLLO AL CURRY.pdf
Documento Adobe Acrobat 42.0 KB

POLLO AL CURRY

 

Ingredienti:

1 Pollo a pezzi

2 Zucchine

3 Pomodori

1 Peperone

3 Carote

2 Cipolle

1 spicchio d'Aglio

1 Mela

2 cucchiai di Curry

Olio extravergine d'oliva

Sale

Il pollo al curry è un piatto tipico della cucina orientale, in particolar modo dell’india. Dal sapore inconfondibile ed esotico, è un’ottima idea per una cena in compagnia.

Preparazione:
Tagliate il pollo a bocconcini e rosolatelo in un tegame dove avete fatto scaldare dell’olio.
Insaporite con sale e curry mescolando bene fino a che non risulti dorato.
Togliete il pollo dal tegame e fate rosolare sul fondo di cottura la cipolla e l'aglio finemente tritati. Aggiungete il pomodoro tagliato a dadini e rimettete il pollo in cottura. Bagnate il tutto con mezzo bicchiere d’acqua e fate cuocere a fuoco medio basso per 20 minuti.
Aggiungete ora le carote, le zucchine, il peperone e la mela tagliati a dadini, insaporite con un altro pizzico di curry e fate cuocere per altri 20 minuti irrorando il tutto con dell’acqua per mantenere il sughetto. Servite ben caldo.

Accorgimenti:
Il curry è un insieme di spezie (paprika, zafferano, peperoncino, zenzero e pepe) che varia la sua piccantezza a seconda della miscela: regolate quindi le dosi a seconda del vostro gusto.
Per questa ricetta è preferibile un pollo ruspante, più saporito e dalle carni più muscolose.

Idee e varianti:
Il pollo al curry si serve con un contorno di riso basmati o pilaf al vapore. Potete provare una variante aggiungendo un vasetto di yogurt 10 minuti prima di togliere dal fuoco.

 

RISOTTO GIALLO CON LA SALSICCIA.pdf
Documento Adobe Acrobat 25.2 KB

RISOTTO GIALLO CON LA SALSICCIA

 

Ingredienti (per 4 persone):

350 g di riso, 300 g di salsiccia (luganega), 1 bicchiere di barbera, 1 lt e un quarto circa di brodo, 1 cipolla, 50 g di burro, 1 bustina di zafferano, 2 cucchiai di olio, 4 cucchiai di grana grattugiato, sale.
Preparazione:

Spellate la salsiccia, spezzettatela e fatela cuocere per 6-7 minuti in una casseruola coperta, con mezzo bicchiere di vino; poi lasciatela riposare mentre preparate il risotto. Tritate finemente la cipolla sbucciata e fatela appassire in una casseruola con l'olio e 20 g di burro. Unite il riso, fatelo tostare per un minuto, poi bagnatelo con il vino rimasto, fate evaporare e versate il brodo, poco per volta, continuando a mescolare fino a cottura ultimata del riso (circa 20 minuti). Nell'ultimo mestolo diluite lo zafferano. Unite infine la salsiccia col suo sugo e il grana; aggiungete il restante burro, regolate di sale e servite.

 

Vino Consigliato: Chianti


 

TORTA LIGHT di ZUCCA.pdf
Documento Adobe Acrobat 25.7 KB

TORTA LIGHT di ZUCCA


Ingredienti:

600 gr di zucca (pesata cruda e con la buccia)
200 gr. di farina di mais
100 gr. farina senza glutine (o in alternativa la 00)
3 uova grandi
200 gr. zucchero di canna (se preferite usate quello bianco)
1 bistina di vanillina
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
120 gr. gocce di cioccolato

Preparazione:

Prendere le gocce di cioccolato e metterle nel freezer ( in questo modo terranno meglio quando metterete la torta in forno)
Tagliare a pezzettoni la zucca e cuocerla, meglio in forno nella carta di alluminio o al vapore, se si lessa si inzuppa di acqua. Una volta cotta togliere la buccia e passarla al setaccio (o al passaverdure). Sbattere bene le uova con lo zucchero, mescolare tra loro le due farine con il lievito, la vanillina e il pizzico di sale in modo che non ci siano grumi e unirli all'impasto.
Unire poi la purea di zucca poco per volta ed infine le gocce di cioccolato.
Versare il composto in uno stampo e mettere in forno caldo a 180° per 50 minuti (prova stecchino).

 

 

TORTA AI MARS.pdf
Documento Adobe Acrobat 25.3 KB

TORTA AI MARS

Ingredienti della ricetta:
N.9 barrette di MARS
250 gr. di burro
N.1 conf. (scatola media) o 1/2 di quella grande, di riso soffiato

Ricetta Torta ai mars:
1-Fai sciogliere a bagno maria in una ciotola capiente le barrette di mars

2-togli dal fuoco e lascia intiepidire

3-aggiungi e amalgama tutto il riso soffiato (l'impasto deve risultare molto denso, quasi immescolabile.
4-rimetti a cuocere a bagno maria per 10 minuti mescolando continuamente.
5-togli dal fuoco e metti in una teglia foderata con carta stagnola di media grandezza.
6-con lo schiacciacarne pesta bene la superficie della torta in modo che risulti omogenea e compatta.
7-lascia raffreddare e metti in frigo per 24 ore.
8-taglia la torta capovolta a fette piccole e servi.

 

 

 

 

BISCOTTI DI PASTA FROLLA.pdf
Documento Adobe Acrobat 91.4 KB

BISCOTTI DI PASTA FROLLA 

 

Ingredienti per 20/30 biscotti circa:

 

210 gr di farina "00"

80 gr di burro

90 gr di zucchero

1 uovo intero + 1 tuorlo

1/2 bustina di lievito vanigliato

1 bustina di vanillina

1 fialetta di aroma rum o vaniglia

scorza grattugiata di 1 limone 

1 cucchiaio di latte



 

Esecuzione:

 

  • Impastare tutti gli ingredienti fino a ottenere una pasta omogenea e morbida
  • Stendere bene
  • Fare le formine
  • Infornare nel forno già a temperatura di 170°per 20 minuti
  • Sfornare e spolverare i biscotti con abbondante zucchero a velo